Diventare aiuto cuoco: tutti i segreti e le informazioni su questa figura fondamentale della cucina di un ristorante

Se desideri diventare aiuto cuoco devi assolutamente conoscere il ruolo di questa figura all’interno del ristorante.

L’aiuto cuoco è un professionista che fornisce supporto al cuoco.

Cosa deve saper fare un aiuto cuoco?

I compiti principali dell’aiuto cuoco

All’interno dell’organizzazione della cucina di un ristorante, i compiti principali di un aiuto cuoco sono: eseguire quanto richiesto per cucinare secondo le direttive dello chef, preparare gli ingredienti pulire le verdure, preparare i pasti per il personale, tagliare gli ingredienti, utilizzare gli strumenti e macchinari da cucina messi a disposizione, pulire gli utensili, mantenere ordinati gli spazi di lavoro.

Ulteriormente l’aiuto cuoco in collaborazione con il cuoco si occupa anche di rifornire la dispensa e le celle frigorifere, e inoltre si occupererà di confezionare e conservare gli alimenti rispettando le norme igieniche e di sicurezza alimentare HACCP.

E se manca lo chef?

Dopo un adeguata preparazione ed in casi di necessità, l’aiuto cuoco deve essere in grado di sostituire il cuoco senza che la cucina ne risenta, questo aumenterà le proprie consapevolezze e lo farà crescere sia dal punto di vista umano che lavorativo.

In ristoranti di grandi dimensioni, con molti cuochi, l’aiuto cuoco lavora agli ordini di uno chef de partie e può essere richiesta la specializzazione in una tipologia specifica di piatti o “partita” (come ad esempio antipasti, primi piatti, secondi pesce ecc ecc…).

L’aiuto cuoco può essere richiesto da più tipologie di aziende della ristorazione: ristoranti, pizzerie, bar con tavola calda, hotel, mense , agriturismi, osterie.

Gli orari di lavoro

Per quanto riguarda gli orari di lavoro di solito si seguono turni nelle vicinanze dei pasti (pranzo e cena) per circa 40/48 ore settimanali

Bisogna considerare però che c’è una tendenza crescente a lasciare aperti i ristoranti per tutto il giorno, per cui sarà compito dello chef predisporre gli orari nel miglior modo possibile.

Quasi sicuramente però l’aiuto cuoco lavorerà nei fine settimana e nei giorni festivi dove c’è sempre maggiore afflusso di clienti e di conseguenza lavoro.

I compiti aggiuntivi dell’aiuto cuoco

Per quanto riguarda le operazioni di pulizia e fondamentale svolgerle nel miglior modo possibile e sarà fondamentale risistemare la cucina come si è trovata ad inizio attività .

Il lavoro quindi è faticoso ma con il passare del tempo e con l’aumento delle capacità si avranno sempre più soddisfazioni nell’ambito enogastronomico, inoltre con un buon bagaglio di conoscenza ed esperienza la carriera di un aiuto cuoco può essere molto rapida.

Sarà tuttavia sempre fondamentale aggiornarsi costantemente, per non perdere nuove tecniche, nuovi utensili e nuovi elettrodomestici che il mercato offre.

La figura del cuoco dovrà essere sempre aggiornata su quello che il mercato derlla ristorazione offre, così da poter portare sempre meno costi e più guadagni a se stesso ed alla struttura in cui lavora.

Le offerte di lavoro per aiuto cuoco oggi sono sempre più richieste sia a livello nazionale che internazionale, infatti questa figura può (con un minimo di conoscenza delle lingue)lavorare in qualsiasi parte del mondo senza riscontrare grosse difficoltà.

Facebook
Twitter
LinkedIn

Approfondisci

Articoli correlati

Su questo sito utilizziamo strumenti di prima o terza parte che memorizzano piccoli file
(cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire
il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report
sull’utilizzo della navigazione (cookie di statistica) e per pubblicizzare
adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo
utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o
meno i cookie statistici e di profilazione
. Abilitando questi cookie, ci aiuti a
offrirti un’esperienza migliore
.